Governo Renzi e tasse, iva al 25% ed aumento delle accise

Condividi

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi (S) con il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan a palazzo Chigi a Roma, il 18 aprile 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Incubo manovre finanziarie per tutti gli Italiani, manca solo l’ufficialità, ma le aliquote sull’IVA rimarranno forse invariate quelle del 10% e del 22% nel 2017, ma saranno di certo incrementate a partire (speriamo) dal 2018.

E’ quant emerge dalla bozza di manovra  dal Governo divulgata  dall’Ansa.

Nel dettaglio, dal 2018, l’Iva al 10% salirebbe al 13% e quella al 22% salirebbe al 25%. Non è tutto: per quest’ultima poi vi sarebbe un ulteriore incremento dal 2019, pari allo 0,9%.

Sempre sul fronte rincari, se le entrate previste intorno ai a 1,6 miliardi non venissero rispettate, dal 10 settembre 2017 scatterebbe l’aumento delle accise, per 800 milioni, su prodotti energetici (benzina e diesel), alcol e bevande alcoliche, tabacchi lavorati. Altri 800 milioni sarebbero reperiti con tagli alla spesa dei ministeri.


Condividi