Ryanair Bergamo, l’invalido Pugliese, paga anche per la carrozzina.

Condividi

 

 

Salvatore Caputo, tennista disabile costretto a pagare a Ryanair supplemento bagaglio a mano

Salvatore Caputo, tennista disabile Pugliese, racconta di aver dovuto pagare un importo supplementare di 27,50 euro, a Bergamo, perché il peso del suo bagaglio a mano, che conteneva attrezzatura accessorie per la sua carrozzina, tra cui le ruote di ricambio, eccedeva di 4 chilogrammi il limite consentito.

L’episodio risale all’11 settembre scorso: l’aereo da Bergamo era diretto a Brindisi. A quanto riferito in una nota dal suo legale, Stefano Gallotta, dell’associazione Codici Lecce – centro per i diritti del cittadino – Caputo, iscritto al Midu sport handicap Puglia, avrebbe invano provato a far valere le proprie ragioni evidenziando “che il maggior peso del bagaglio era dovuto alla presenza, al suo interno, dell’attrezzatura indispensabile per la carrozzina e che, nonostante i numerosi viaggi intrapresi durante la sua lunga carriera agonistica, non gli era mai accaduto di ricevere una simile pretesa”.

Peraltro, si legge sullo stesso sito ufficiale della compagnia , che è previsto che “i passeggeri con mobilità ridotta hanno il diritto di trasportare gratuitamente due attrezzature per la mobilità”, al fine di garantire il loro diritto a viaggiare in aereo a condizioni simili a quelle degli altri passeggeri.

Tuttavia  il legale ha inviato una lettera alla compagnia aerea chiedendo un ristoro simbolico di Euro 150,00 a titolo di rimborso e di risarcimento.“In mancanza di riscontro e scuse -afferma l’avv. Stefano Gallotta di Codici- l’accaduto sarà inoltre segnalato anche alle autorità preposte affinché valutino l’adozione degli opportuni provvedimenti sanzionatori”

 


Condividi