Terzigno : S.O.S. che non arriva dal mare

Condividi

66 anni, sola e non viene dai barconi per scappare dai bombardamenti, ma che comunque vive da anni una autentica guerra da sola in trincea, nell’assoluto abbandono delle istituzioni.

Con tantissima dignità raccogliamo il grido di R. D.  una conterranea anziana, che ha bussato anche alla porta della nostra redazione per chiederci aiuto a diffondere la sua voglia di vivere con dignità. E’ una donna che ama la vita, ma purtroppo è  segnata dai sacrifici e dal vivere male, ha subito serie operazioni ma non molla , non chiede carità, solo rispetto umano e dignità. Il suo sogno è poter lasciare la catapecchia, come la definisce lei, in cui da anni vive nonostante lo sfratto che gli è stato intimato, per vivere in una stanza con cucina e servizi igienici, senza topi e senza umidità dalle infiltrazioni piovane.

Non vuole un telefonino, non vuole un albergo, non vuole vitto ed alloggio, ma semplicemente avere la possibilità di trascorrere gli ultimi anni della sua vita, in modo dignitoso, e per questo lei si affida a chi crede in possibilità di aiutarla, e scrive una lettera aperta  al Sindaco di Terzigno Francesco Ranieri , ed al Presidente Silvio Berlusconi.

Noi con affetto la pubblichiamo nella speranza che qualcuno ascolti, ed intervenga.


Condividi